lunedì 29 dicembre 2014

Le 12 migliori letture del mio 2014!

Buongiorno lettori! Come avete passato le feste? Avete mangiato, giocato, letto e vi siete riposati? Io mi ritengo soddisfatta delle giornate trascorse, sono state tutte belle piene e le ricorderò con un sorriso.

E' il arrivato il momento più divertente dell'anno, quello di tirare le somme delle letture concluse nell'anno che sta per finire!!! 
Quest'anno penso si concluderà con 72 libri terminati (2 dei quali sono state riletture) contro i 76 del 2013. le pagine in meno saranno circa un migliaio (23000 circa contro le 24000 dello scorso anno). Non sono troppo delusa perché a febbraio ho iniziato a lavorare a tempo pieno e abbastanza distante da casa, per cui il tempo libero si è ridotto notevolmente e le ripercussioni sui libri letti avrebbero potuto essere ben peggiori!
Senza tener conto che, sfortunatamente, ho accantonato diversi libri dopo averne letto ben più di metà, li riprenderò di certo in futuro, ma intanto non posso farli rientrare nella statistica.
Ammetto però di aver un po' abbandonato il blog, me ne dispiaccio ma continuerò a far del mio meglio e a promuovere soprattutto i libri che ho adorato e che penso che a molti potrebbero piacere.

Bando alle ciance, oggi vi mostrerò i libri migliori che mi è capitato di leggere in questo 2014! Ho avuto dei mesi interi di letture mediocri e insoddisfacenti, alternati a periodi di ottime letture, trascinanti e indimenticabili. Pensando alla fatica fatta per selezionare i 12 libri migliori (perché 10 erano davvero troppo pochi, e poi l'anno ha 12 mesi) devo dire che il bilancio annuale è assolutamente positivo e non posso che augurarmi un 2015 all'altezza!

L'ordine di preferenza è molto mutevole, oggi li posiziono così ma probabilmente già domani vorrò tornare a invertire alcune posizioni della classifica, l'unica cosa certa è che più scenderete più i libri che vi mostrerò saranno, a mio avviso, assolutamente imperdibili!!! E ora via:



"Le regole della casa del sidro" di John Irving è un libro che attendevo di leggere da anni. Sono innamorata pazza del film, con Tobey Maguire e Charlize Theron, ed ero estremamente curiosa di conoscere la versione originale della storia. Quello che ho trovato è un libro prolisso, lento e avvolgente, appiccicoso e insinuante come il sidro del titolo. Il film si concentra solo sulla parte centrale del libro, dimenticando un prima e un dopo molto importanti per le storia e per capire a fondo i protagonisti, per conoscere le loro virtù ma anche i loro difetti, per imparare ad accettarli e amarli come persone reali, semplicemente per quello che sono. Ho già altri due libri dell'autore che mi attendono, un'ottima notizia per il mio 2015 di letture!



Quest'anno, inaspettatamente, mi sono trovata a leggere due libri molto simili: "Un albero cresce a Brooklyn" di Betty Smith e "le ceneri di Angela" di Frank McCourt. Il primo è narrato da una bambina che racconta la sua poverissima infanzia a Brooklyn, il secondo è narrato da un maschietto che racconta la sua altrettanto povera infanzia in Irlanda. I punti di contatto sono tantissimi e, pur consigliandoveli entrambi, devo ammettere di aver preferito il primo. Vari sono i motivi, tra cui l'ambientazione e le strategie intraprese dalla giovane protagonista per migliorare le sorti sue e della sua famiglia: alcune scene, dolcissime e malinconiche, mi rimarranno per sempre nel cuore. Un imperdibile.



Tanto amore per "Chiamate la levatrice" di Jennifer Worth. Un racconto autobiografico dei primi anni di apprendistato dell'autrice e protagonista, come levatrice nei quartieri più poveri e degradati della Londra di metà '900. In alcuni momenti vengono descritte situazioni igenico/sanitarie così disastrose che pare che il libro sia ambientato nel '600! Tra nozioni mediche, aneddoti divertenti e stravaganti e scene di vita vissuta, le pagine scorrono via con facilità. A lettura terminata mi sono consolata con la certezza che questo è solo il primo di 3 libri scritti dell'autrice e spero che la Sellerio apra le pubblicazioni del 2015 con il seguito!!



Ed ecco la vera rivelazione della mia estate!! "L'estate di Ulisse Mele" di Roberto Alba ha superato ogni mia aspettativa, mi ha emozionata fino alle lacrime, mi ha sorpresa e sconvolta ma soprattutto ha messo nero su bianco tutte quelle che sono anche le mie considerazioni riguardo ai terribili fatti di cronaca con i quali i media ci bombardano quotidianamente, mettendo un punto alle mie riflessioni sull'argomento. Io auguro tanta fortuna all'autore e spero che di questo libro si continui a parlare.


Ho finalmente letto "Peter Pan" di James Matthew Barrie!!! Questa lacuna era davvero grave per un'amante della letteratura per ragazzi, per fortuna è stata colmata, con estrema soddisfazione.
"Peter Pan nei giardini di Kensington" mi ha ricordato molto "Nessun dove" di Gaiman, infatti descrive il celebre parco londinese come se i nomi di ciascuna area descrivessero LETTERALMENTE cosa vi si può incontrare: un'idea originale e spassosa. 
Peter Pan è un personaggio incredibile, pieno di fantasia, egoista come molti bambini, coraggioso ai limiti dell'incoscienza.
La sua memoria è davvero corta dato che appena di immerge in una nuova avventura dimentica tutto e tutti, ma è impossibile arrabbiarsi con lui quando offre un ditale invece di un bacio.
Un libro meraviglioso, i più piccoli non smetteranno mai di amarlo e sognare Peter Pan.


"La breve favolosa vita di Oscar Wao" di Junot Diaz mi ha attirata da subito per via del titolo originale. Il romanzo racconta di Oscar, un dominicano ciccione e sgraziato, un nerd incorreggibile e innamorato di tutte le donne. Per mezzo di lui e della sua famiglia, l'autore racconta la storia di un'intera nazione, la Repubblica Dominicana, e della dittatura che tenne soggiogata l'intera popolazione per diversi decenni.
Lo stile e sboccato ma assolutamente adatto al contesto. Spero di riuscire a recensirlo decentemente in futuro, merita molta attenzione.


"La matriarca" di G.B. Stern l'ho concluso da poco ma posso sbilanciarmi e dire che è tra i migliori di quest'anno e che non lo dimenticherò facilmente! La matriarca del titolo, Anastasia, è una donna forte, prepotente e autoritaria. E' a capo di una famiglia ebrea cosmopolita che vive a Londra tra la fine dell'800 e l'inizio del '900. Ogni decisione che riguarda la famiglia e ogni suo membro deve passare sotto la supervisione della matriarca e necessita del suo benestare. Niente di strano se i più giovani della famiglia cercano di ribellarsi, di conquistarsi degli spazi propri in cui manovrare in autonomia e sfuggire alle sue grinfie. Sbagliate però se pensate che Anastasia sia cattiva! Lei è allegra, vivace, sincera e esageratamente altruista. Un personaggio formidabile, un vero ciclone.



"Miss Charity" di Marie-Aude Murail è il romanzo liberamente ispirato alla vita dell'autrice per l'infanzia Beatrix Potter. La protagonista è una bambina curiosa e vivace, poi ragazza moderna che tende all'indipendenza economica e alla realizzazione personale al i fuori del matrimonio, in un'epoca in cui una donna era ritenuta felice solo una volta sposata e con prole.
Una storia dolce e delicata che non vedo l'ora di poter far leggere alle mie nipotine, so che l'adoreranno.



"L'incontro" di Michela Murgia è una piccola perla della narrativa italiana, un inno all'innocenza della giovinezza, all'amicizia sincera, che supera ogni ostacolo e vince la prova del tempo.
Poche pagine perfette, se avessi deciso di sottolineare le frasi più belle avrei finito per sottolineare ogni riga!
Bellissimo, lo rileggerò presto.


"Giulia 1300 e altri miracoli" di Fabio Bartolomei è stato una lettura straordinaria, paragonabile al da me osannato "We are family". Questa volta i protagonisti sono tre disadattati, dai caratteri apparentemente incompatibili, che si buttano insieme nell'impresa di ristrutturare e gestire insieme un agriturismo nell'entroterra Campano. Insieme dovranno affrontare alcuni imprevisti, come l'interessamento della camorra alla loro piccola impresa e la difficoltà di trovare del personale adatto alla loro situazione. 
Una storia divertente dalla quale sarà presto tratto un film dal titolo "Noi e la Giulia", QUI il trailer ufficiale. Fossi in voi mi terrei già pronta per correre al cinema!!


"Il viaggio di Tuf" di George R. R. Martin è un libro di fantascienza ma parla anche di ecologia, di religione, di indottrinamento delle masse, dell'imparare a guardare le cose da un altro punto di vista. Questa raccolta di racconti mi ha lasciata senza parole, il talento di Martin è innegabile, l'intreccio creato per le sue Cronache è impressionante, ma è con Tuf, l'eco-geniere spaziale proprietario di un'Arca dai poteri fantastici, che Martin mi ha definitivamente conquistata.
Lo consiglio a tutti gli amanti dell'autore e anche a chi vuole farsi un'idea su di lui senza dover necessariamente approcciale la sua opera più famose. Vi conquisterà.


E infine il libro più bello che ho avuto la fortuna di leggere nel corso di questo 2014: "Come diventare buoni" di Nick Hornby. L'autore mi aveva già convinta con "Non buttiamoci giù", ma con questo romanzo è riuscito a fare ancora di meglio! Un libro sfacciato, che parla senza giri di parole dell'ipocrisia della gente, della tendenza di (quasi) tutti a dispiacersi per i meno fortunati ma a non fare niente di concreto per aiutarli.
La protagonista e il marito sono in crisi coniugale, lui è cattivo e cinico, continuamente arrabbiato con il mondo. Fino a quando vede la luce e, guidato da una sorta di guru, inizia a donare e a dedicare la sua vita al prossimo.
Ma può essere troppa la generosità? Per le moglie assolutamente sì, c'è un limite alla bontà, e suo marito l'ha abbondantemente superato. Questo libro è un viaggio tra le sue riflessioni sull'argomento, tra gli alti e bassi di una relazione che forse è arrivata alla fine.
Bellissimo, il libro svolta del mio 2014.




E con questo ho concluso! Avete letto qualcuno di questi libri?
Siete d'accordo con i miei giudizi?
A voi? Quali sono stati i libri migliori del vostro 2014?
Buon anno nuovo!!!
Fede

mercoledì 24 dicembre 2014

w...w...w...wednesdays! n.65 e Buon Natale!


Ecco a voi una nuova puntata di w...w...w...wednesdays!!
Questa rubrica ha visto la luce sul blog americano "Should be reading"
Semplicemente è necessario rispondere a tre domande, ovvero:

What are you currently reading? 
What did you recently finish reading? 
What do you think you'll read next?


Innanzi tutto voglio scusarmi per la mia latitanza dal blog. Ultimamente mi sembra che il tempo mi scivoli via dalle dita senza possibilità di afferrarlo o trattenerlo, mi pongo degli obiettivi, faccio progetti, e poi il temo passa, altre cose prendono i sopravvento e quello che mi ero prefissata non v a buon fine.
E' frustrante ma, d'altra parte, preferisco non riuscire a far tutto che non sapere come impegnare il mio tempo per cui, per ora, va bene così. Per il futuro cercherò di impegnarmi maggiormente e di fare del mio meglio, come sempre in realtà, ma spero con risultati migliori!

Per ora auguro a tutti voi un felice e sereno Natale, vi auguro di riuscire a dimenticare per un giorno tutti i problemi e di crogiolarvi nell'affetto dei vostri cari. Divertitevi!

E ora vi lascio con un commentino sulle mie ultime letture:


Cosa stai leggendo?


Sono alle ultimissime pagine di Il profumo del caffè di Anthony Capella e conto di terminarlo prima del cenone! Questo romanzo è davvero consistente, 526 pagine dense di avvenimenti, colpi di scena, descrizioni affascinanti e argomenti difficili trattati forse non in maniera approfondita ma comunque soddisfacente. Si farla di schiavismo, di suffragio femminile, di speculazione finanziarla ma soprattutto di caffè, di come è entrato nelle nostre vite e di cosa ha significato per tante persone, per intere Nazioni! Una lettura che consiglio assolutamente, già ho messo gli occhi sull'altro libro di Capella, "Il pasticcere del re".


Cosa hai finito di leggere?


La matriarca di G. B. Stern l'ho adorato alla follia! Ne ho sentito la mancanza appena ho girato l'ultima pagina, una sensazione di abbandono che non provavo da un po'! Il libro racconta la storia di questa famiglia ebrea emigrata  a Londra, governata dalle donne che la compongono e che intervengono in ogni avvenimento che riguarda la famiglia non solo dando un'opinione ma anche imponendo la soluzione da loro pensata! Una storia divertente, un po' pazza e assolutamente coinvolgente, si viene subito inglobati da questa strana famiglia e si vivono completamente le loro gioie e i loro dolori. Un'esperienza totalizzante, non solo una lettura! Bellissimo.


Cosa leggerai dopo?

Non ho ancora deciso!!! Mi farò guidare dell'istinto appena finirò il libro in lettura.


E voi? Cosa state leggendo?
Buone feste, ciao!!!
Fede

lunedì 15 dicembre 2014

Natale 2014: regala un libro italiano... all'amico nostalgico



Nuova puntata per questa rubrica dicembrina di consigli per gli acquisti! QUI trovate il post introduttivo.

Oggi ho pensato ad un libro perfetto per essere regalato a quell'amico che rievoca sempre con nostalgia l'allegria e la spensieratezza della sua infanzia. I giochi con gli amici, le avventure incredibili vissute grazie ad un'immaginazione vivace e senza freni. Per lui (o anche lei) il libro perfetto è "L'incontro" di Michela Murgia, QUI la mia recensione.







Titolo: L'incontro
Autore: Michela Murgia
Prezzo: 10,00€
Pagine: 108
Data di pubblicazione: Giugno 2012
Edito: Einaudi
Scheda del libro:







Un romanzo breve ma intenso che racconta e rievoca la magia di un'amicizia infantile, la timidezza dei primi istanti e l'orgoglio con cui si offre ciò che di migliore si possiede per conquistare l'approvazione e l'ammirazione degli altri bambini.

Una storia che racconta di purezza, di anime non ancora corrotte. Bello e vero.


Se avete un altro titolo da suggerire (mi raccomando, d'autore italiano) fatevi sotto.
Vi ricordo che se avete qualche richiesta particolare potete lasciarla qua.
Ciao
Fede

p.s. se vi siete persi le altre puntate della rubrica cliccate QUI

sabato 13 dicembre 2014

Natale 2014: regala un libro italiano... all'amica zitella




Nuova puntata per questa rubrica dicembrina di consigli per gli acquisti! QUI trovate il post introduttivo.

Oggi ho pensato ad un titolo perfetto per quell'amica eternamente single, spensierata in amore e nella vita, piena di interessi e voglia di fare, e anche pronta a mettersi continuamente in gioco con nuovi progetti, non avendo legami che da una parte rendono felici ma dall'altra tarpano le ali a tutte le accoppiate.

Il libro a cui ho pensato è "Borgo Propizio" di Loredana Limone. QUI la mia recensione.







Titolo: Borgo Propizio
Autore: Loredana Limone
Prezzo: 16,50€
Pagine: 280
Data di pubblicazione: 2012
Editore: Guanda
Scheda aNobii del libro: 








Molte delle protagoniste di questo romanzo sono sole, a partire dalle due sorelle Marietta e Mariolina! E' single anche Belinda, la giovane intraprendente che decide di aprire una latteria e portare un po' di nuova vita in questo Borgo dimenticato e in decadenza.

E' sola anche la sua Zia Letizia, una donna che si divide tra mille passioni diverse che coltiva studiando all'Università della terza età.
Anche la madre di Belinda si è recentemente allontanata dal marito.

Tanti esempi di come non sia fondamentale esser in due per esser felici, anche se non sempre si riesce  sfuggire all'amore....


Se avete un altro titolo da suggerire (mi raccomando, d'autore italiano) fatevi sotto.
Vi ricordo che se avete qualche richiesta particolare potete lasciarla qua.
Ciao
Fede

p.s. se vi siete persi le altre puntate della rubrica cliccate QUI

giovedì 11 dicembre 2014

Natale 2014: regala un libro italiano... al papà





Nuova puntata per questa rubrica dicembrina di consigli per gli acquisti! QUI trovate il post introduttivo.

I libri preferiti dagli uomini sono i romanzi storici e i thriller. I padri non fanno eccezione ragion per cui ho pensato di suggerirvi come regalo perfetto un libro che soddisfa entrambi i criteri ovvero "Il segno dell'untore" di Franco Forte, QUI la mia recensione.







Titolo: Il segno dell'untore
Autore: Franco Forte
Prezzo: 10,50€
Pagine: 340
Data di pubblicazione: Gennaio 2013
Editore: Mondadori
Collana: Best Sellers
Scheda aNobii del libro:






Questo giallo storico mi ha letteralmente avvinta tra le sue pagine. Il protagonista è un notaio criminale che nella Milano della fine del Sedicesimo secolo, deve scovare l'assassino di una personalità molto in vista, affidandosi solo al suo intuito, non potendo contare su impronte digitali o analisi del DNA.

La città è colpita dalla peste e i capitoli ambientati in un lazzaretto sono davvero crudi e impressionanti.

I tasselli del giallo si incastrano perfettamente e il protagonista arriva alla soluzione del mistero senza sbavature e con un bel colpo di scena! Davvero consigliato agli amanti del genere.


Se avete un altro titolo da suggerire (mi raccomando, d'autore italiano) fatevi sotto.
Vi ricordo che se avete qualche richiesta particolare potete lasciarla qua.
Ciao
Fede

p.s. se vi siete persi le altre puntate della rubrica cliccate QUI

mercoledì 10 dicembre 2014

Natale 2014: regala un libro italiano... a chi crede nelle favole



Nuova puntata per questa rubrica dicembrina di consigli per gli acquisti! QUI trovate il post introduttivo.

Oggi ho pensato ad un titolo adatto a quelle donne che credono nelle favole e nel lieto fine, che riescono a trovare qualcosa di magico anche nella vita di tutti i giorni e che trovano una morale in ogni storia.

Il libro che consiglio è il delizioso "Chanel non fa scarpette di cristallo" di Barbara Fiorio, QUI la mia recensione.






Titolo: Chanel non fa scarpette di cristallo
Autore: Barbara Fiorio
Prezzo: 14,90€
Pagine: 219
Data di pubblicazione: Gennaio 2011
Editore: Castelvecchi
Collana: Ultra LIT
Scheda aNobii del libro:






Le protagoniste di questo romanzo sono delle principesse moderne, alle prese con i piccoli e grandi problemi della vita quotidiana. Inseguono il loro lieto fine con fiducia e coraggio, e nel frattempo sognano l'amore e il principe azzurro.

Un storia lieve ma affatto scontata, una trama disseminata di citazioni fiabesche che è un piacere scovare e riconoscere! Le lettrici più o meno giovani si appassioneranno sicuramente alle vite di queste ragazze comuni ma del tutto speciali, tanto più che la sorpresa è dietro l'angolo...


Se avete un altro titolo da suggerire (mi raccomando, d'autore italiano) fatevi sotto.
Vi ricordo che se avete qualche richiesta particolare potete lasciarla qua.
Ciao
Fede

p.s. se vi siete persi le altre puntate della rubrica cliccate QUI

w...w...w...wednesdays! n.64



Ecco a voi una nuova puntata di w...w...w...wednesdays!!
Questa rubrica ha visto la luce sul blog americano "Should be reading"
Semplicemente è necessario rispondere a tre domande, ovvero:

What are you currently reading? 
What did you recently finish reading? 
What do you think you'll read next?


Cosa stai leggendo?


Ho iniziato da poco a leggere La mariarca di G. B. Stern ma già mi piace! Si viene catapultati da subito all'interno di questa famiglia allargata dove sono le donne a tenere le redini della vita di tutti. Forti, carismatiche e passionali, amanti del divertimento e pronte allo scherzo, il libro promette molta allegria. Ne ho una gran voglia!


Cosa hai finito di leggere?


Questa settimana ho terminato La breve favolosa vita di Oscar Wao di Junot Diaz, un libro che ho iniziato d'impulso e che ho amato moltissimo. Oscar è un ragazzo obeso, un nerd irrecuperabile che cerca di attaccare bottone con tutte le ragazze che incontra parlando di fantasy e fantascienza. E' dominicano, ha una vera passione per le donne ma non è corrisposto! Per mezzo di Oscar e della sua incasinatissima famiglia, l'autore racconta la storia del '900 della Repubblica Dominicana, la dittatura di Trujillo e le violenze della Polizia segreta con un linguaggio molto colorito. Rimarrà impresso a lungo.

Poi ho terminato Jayber Crow di Wendell Berry che si è rivelata una lettura diversa da quel che mi aspettavo, molto più introspettiva e malinconica. Un libro lungo una vita, un bilancio a fine corsa delle scelte e delle esperienze di tutta un'esistenza. Ne parlerò presto!


Cosa leggerai dopo?


Voglio assolutamente leggere qualcosa a tema natalizio! A casa credo di non aver altro a parte Un magico Natale di Heather Graham, per cui penso proprio di aver già scelto... La copertina è francamente orribile ma la trama è apprezzabile, parla di una coppia in crisi che vuol far passare serenamente le Feste ai figli prima di avviare le pratiche della separazione. Un classico del Natale di cui vi parlerò presto!


Se avete altri titoli a tema natalizio fatevi sotto, accetto consigli!
Ciao
Fede

martedì 9 dicembre 2014

Natale 2014: regala un libro italiano... all'eterno Peter Pan



Nuova puntata per questa rubrica dicembrina di consigli per gli acquisti! QUI trovate il post introduttivo.

Quest'oggi ho deciso di consigliare un libro con il quale penso di avervi già fatto una testa così... E' uno dei miei libri preferiti e non perdo occasione di consigliarlo A TUTTI perché e divertente, emozionante, trascinante e ASSOLUTAMENTE GENIALE!
Ovviamente parlo di lui! "We are family" di Fabio Bartolomei.
QUI la mia recensione.








Titolo: We are family
Autore: Fabio Bartolomei
Prezzo: 17,00€ (ed. economica 10,00€)
Pagine: 280
Data di pubblicazione: 2013

Editore: edizioni e/o
Scheda aNobii del libro: 






Ho pensato che questo libro sarebbe perfetto per quell'amico che non vuole crescere mai, il giocherellone del gruppo, il barzellettiere, quello che ha sempre uno scherzo pronto ed è capace di ridere per ore ricordando una marachella combinata in gioventù.

Lo amerebbe perché capirebbe che il protagonista del libro, Al Santamaria, ha scoperto il segreto della felicità: restare bambini nel cuore e nell'anima anche se non lo si può restare nel corpo.

La storia inizia con Al che è un bambino geniale di 4 anni con tutte le strade aperte di fronte a se e che fin da subito si prodiga per salvare il mondo o per lo meno per rendere più facile la vita alla sua povera ma legatissima famiglia, alla bellissima  mamma Agnese, all'idolo, papà Mario Elvis, e alla sorella Vittoria.

Nel corso del libro Al cresce, ma non perderà mai l'innocenza e l'entusiasmo che ne fanno un eterno Peter Pan, forse gli manca solo fanciullesca malignità che contraddistingue il personaggio di J. M. Barrie.

Un libro straordinario che si può regalare ad occhi chiusi con la sicurezza che sarà apprezzato!



Se avete un altro titolo da suggerire (mi raccomando, d'autore italiano) fatevi sotto.

Vi ricordo che se avete qualche richiesta particolare potete lasciarla qua.
Ciao
Fede

p.s. se vi siete persi le altre puntate della rubrica cliccate QUI

domenica 7 dicembre 2014

Natale 2014: regala un libro italiano... alla nipotina



Nuova puntata per questa rubrica dicembrina di consigli per gli acquisti! QUI trovate il post introduttivo.

Oggi ho pensato ad un consiglio per la nipotina che si avvicina per la prima volta alla lettura di un libro un po' corposo. I classici per bambine abbondano e di sicuro le idee regalo non mancheranno, ma il primo consiglio è di assicurarvi che tutti i vostri regali siano edizioni integrali.

Se volete qualcosa di diverso, più moderno, ma che ha ampiamente superato la prova del tempo conquistando il cuore di innumerevoli bambine, allora il libro che vi consiglio è "Fairy Oak - Il segreto delle gemelle" di Elisabetta Gnone.
QUI la mia recensione.







Titolo: Faity Oak - Il segreto delle gemelle
Autore: Elisabetta Gnone
Prezzo: 9,90€
Pagine: 277
Data di pubblicazione: 2005
Editore: De Agostini
Scheda del libro: 







Questo libro è il primo di una trilogia, che continua con "L'incanto del buio" e "Il potere della luce".
Esiste anche il volume unico, economicamente conveniente ma che vi sconsiglio per una questione pratica: una bambina di 8-9 anni farebbe una fatica disumana già soltanto per tener in mano il librone di mille pagine, senza contare che se non è ancora tanto avvezza alla lettura la mole potrebbe spaventarla e dissuaderla dal tentare la scalata al libro, cosa che vogliamo evitare.

La storia è adorabile, racconta di due sorelle streghe molto diverse una dall'altra: una più dolce e solare, l'altra più coraggiosa e riflessiva. La voce narrante è quella della fatina Felì, una creaturina deliziosa e zuccherosa. La città in cui si svolge la vicenda vive in pace da millenni, tanto che deve intervenire il Male puro per corrompere i cuori degli abitanti di Fairy Oak.

La trama è originale e i personaggi ben caratterizzati, un ottimo libro per condurre i più piccoli alla lettura. Tra l'altro ogni poche pagine il loro sforzo sarà ricompensato da una bella illustrazione! Una cosa in più.


Se avete un altro titolo da suggerire (mi raccomando, d'autore italiano) fatevi sotto.
Vi ricordo che se avete qualche richiesta particolare potete lasciarla qua.
Ciao
Fede

p.s. se vi siete persi le altre puntate della rubrica cliccate QUI

venerdì 5 dicembre 2014

Natale 2014: regala un libro italiano... al vicino di pianerottolo





Nuova puntata per questa rubrica dicembrina di consigli per gli acquisti! QUI trovate il post introduttivo.

Oggi ho pensato ad un titolo per il vicino di pianerottolo. Questo è uno di quei regali un po' obbligati, perché è importante rimanere in buoni rapporti con i vicini, che sono quelli che chiamano i carabinieri se sentono rumori sospetti in casa tua mentre sanno che sei in vacanza o che vengono ad innaffiarti le piante e sfamare i pesci rossi aspettandosi che tu faccia lo stesso a parti invertite.

Tuttavia i vicini di pianerottolo capitano, non si possono scegliere, e il più delle volte sono persone completamente diverse da noi, per gusti e interessi, e i punti di contatto sono pochissimi.
Ci si saluta, si scambiano poche battute sul meteo e poi, quasi inevitabilmente, sulle notizie in primo piano nei telegiornali.

Peccato che i telegiornali trattino solo più politica e cronaca nera, per cui lì si va a finire... A questo proposito, per un regalo di Natale, vi voglio raccomandare un libro bellissimo e tristemente attuale che racconta di un delitto che vede coinvolta una giovane della provincia sarda e, a ruota, tutta la sua famiglia. Sto parlando di "L'estate di Ulisse Mele" di Roberto Alba.
QUI la recensione.







Titolo: L'estate di Ulisse Mele
Autore: Roberto Alba
Prezzo: 14,50€
Pagine: 208
Data di pubblicazione: Giugno 2014
Edito: Piemme
Collana: Open
Scheda del libro:






Il romanzo è splendido, racconta con serietà e sensibilità il dramma di quelle famiglie che vengono colpite da un lutto occorso in maniera violenta e in contemporanea vengono travolte da una marea di insinuazioni e violazioni della privacy.

I media non provano  pietà e speculano sul loro dolore. Questo libro è un omaggio a queste famiglie e un modo dell'autore e di tutti coloro che vorrebbero che fossero lasciate in pace da tutti se non dalle autorità (che giustamente devono indagare in tutte le direzioni). di dire "vi siamo vicini".

Utilizzato come dono per il vicino di pianerottolo è anche un modo per dire "nel disgraziatissimo caso che mi capitasse qualche cosa di brutto, tu fatti una quintalata di affaracci tuoi", sia mai che colga....



Se avete un altro titolo da suggerire (mi raccomando, d'autore italiano) fatevi sotto.
Vi ricordo che se avete qualche richiesta particolare potete lasciarla qua.
Ciao
Fede

p.s. se vi siete persi le altre puntate della rubrica cliccate QUI

giovedì 4 dicembre 2014

Natale 2014: regala un libro italiano... all'amico Nerd



Nuova puntata per questa rubrica dicembrina di consigli per gli acquisti! QUI trovate il post introduttivo.

Oggi ho pensato ad un destinatario difficilissimo da soddisfare e soprattutto stupire! L'amico Nerd. Questa persona, con ogni probabilità, divora horror, fantasy e fantascienza a colazione, pranzo e cena! Di sicuro i classici del genere sono tutti suoi, forse l'avete sentito dire che chi non ha mai letto Tolkien non sa cosa sia la letteratura fantastica, e che dopo di lui è stata tutta fuffa.
E' facile che tra le convinzioni dell'amico Nerd ci sia quella che gli italiani non sanno scrivere i fantasy. Non nego che un pochino di ragione potrebbe pure averla, ma come ben sappiamo ogni regola ha le sue eccezioni, e l'eccezione che vi consiglio oggi si chiama "L'acchiapparatti" di Francesco Barbi.








Titolo: L'acchiapparatti
Autore: Francesco Barbi
Prezzo: 18,50€
Pagine: 480
Data di pubblicazione: 2007
Editore: B.C. Dalai Editore
Scheda aNobii del libro:






QUI trovate la mia recensione.
Questo romanzo è strabiliante ed è anche un ottimo esempio di quel che, a mio parere, dovrebbe fare un autore emergente per farsi conoscere: all'inizio ha pubblicato con una CE minuscola, poi ha fatto circolare la sua opera grazie a varie catene di lettura e poi ha approfittato di tutti i consigli e suggerimenti per rivedere, correggere e migliorare la sua opera per farne un fantasy di altissimo livello!

L'ambientazione è simil-medievale e i protagonisti sono tutti brutti, malaticci e sporchi (soprattutto sporchi). Le descrizioni sono molto ben curate, così come i caratteri dei personaggi. L'acchiapparatti del titolo è caratterizzato magnificamente e l'autore ha inventato per lui un modo di esprimersi peculiare e adattissimo! Questa sottigliezza vale da sola la lettura.

Il romanzo parla di un mostro che fugge dai sotterranei della città dove funge da boia, il cui destino è misteriosamente legato a quello dei due sfortunatissimi (e bruttissimi) protagonisti.
Le scene che vedono come protagonista il mostro sono eccelse, non ho parole per descriverle. Sono sanguinose, piene di tensione e spaventose! Da leggere assolutamente.

Il libro è attualmente fuori catalogo ma su alcuni store on line lo si può ancora trovare tra i remainders. Io vi consiglierei di acquistarlo prima  che diventi irreperibile, fate voi ma io ve l'ho detto!
Il libro è anche stato pubblicato in Olanda! Pure all'estero si sono accorti del suo valore...

Se volete strafare sappiate che "L'acchiapparatti" ha anche un seguito che si intitola "Il burattinaio", QUI la mia recensione.

Direi che con questi l'amico Nerd sarà soddisfatto a dovere! 
Se avete un altro titolo da suggerire (mi raccomando, d'autore italiano) fatevi sotto.
Vi ricordo che se avete qualche richiesta particolare potete lasciarla qua.
Ciao
Fede

p.s. se vi siete persi le altre puntate della rubrica cliccate QUI

mercoledì 3 dicembre 2014

Natale 2014: regala un libro italiano... alla futura mamma



Nuova puntata per questa rubrica dicembrina di consigli per gli acquisti! QUI trovate il post introduttivo.

Oggi ho pensato ad un libro da regalare a quell'amica in dolce attesa che un po' tutti possiamo annoverare nel ventaglio delle nostre conoscenze. 
Se è una lettrice immagino che abbia già letto di tutto sull'argomento a partire dal momento in cui il test è risultato positivo, dai manuali per futuri genitori ai classici per l'infanzia.
Se non lo è, comunque non fa che pensare alla vita che sta crescendo in lei e null'altro, per cui il mio consiglio la incuriosirà, dato che tratta il suo argomento preferito: sto parlando di "Piccole donne rompono - Diario di una mamma imperfetta" di Lia Celi







Titolo: Piccole donne rompono
Autore: Lia Celi
Prezzo: 16,00€
Pagine: 259
Data di pubblicazione: 2010
Editore: Rizzoli
Scheda aNobii del libro: 







Il libro è indicato soprattutto se il bimbo in divenire è una femminuccia, e ancor di più se non è la prima ma va ad aggiungersi a un'altra piccola principessa.
In questo libro l'autrice racconta 12 anni della sua vita con una, poi due, poi tre figlie e infine un maschietto. Racconta come lei e il marito hanno gestito la situazione, i problemi piccoli e grandi e come li hanno risolti. Questo libro non vuole dare consigli o insegnamenti, vuol solo esser una cronaca tenera e divertente di una famiglia come tante.

Una storia così sdrammatizza il mito della mamma perfetta e ricorda che il mestiere di genitore, per quanto impegnativo, è anche e soprattutto fatto di soddisfazioni e gioie.

Posso solo aggiungere che la mia cognata, madre di due figlie, l'ha letto anche lei e ci si è ritrovata molto e che la bimba in copertina è così bella che da sola vale l'acquisto!


Spero di aver colto nel segno con questo consiglio!
Se avete un altro titolo da suggerire (mi raccomando, d'autore italiano) fatevi sotto.
Vi ricordo che se avete qualche richiesta particolare potete lasciarla qua.
Ciao
Fede

martedì 2 dicembre 2014

Natale 2014: regala un libro italiano... alla nonna



Prima puntata di questa rubrica che conterà un ventina di puntate circa e che durerà fino a Natale. L'ho presentata solo ieri e se ve lo siete perso QUI trovate il post introduttivo.

Oggi il destinatario del regalo è la NONNA.
La nonna non è un soggetto facile: se è una lettrice a questo punto della sua vita ha avuto tempo di leggere tutto il meglio (e il peggio) che la mente umana ha prodotto, se non è una lettrice sarà difficile trovare un libro che la possa distogliere dalle faccende quotidiane, dalle sessioni di cucina e pettegolezzo nonché dalle sue telenovelas preferite.

Tuttavia c'è un autore a cui nessuna nonna potrà dire di no, perché nessuna nonna direbbe mai di no al dottore! Ebbene sì, sto parlando di Andrea Vitali, il medico di famiglia  e scrittore più amato dalle italiane!
In particolare ho pensato ad uno dei suoi titoli meno conosciuti, "Zia Antonia sapeva di menta"
QUI la recensione.







Titolo: Zia Antonio sapeva di menta
Autore: Andrea Vitali
Prezzo: 13,90€
Pagine: 154
Data di pubblicazione: Novembre 2011
Editore: Garzanti
Collana: Narratori Moderni
Scheda aNobii del libro: 






Questo è un romanzo breve ma molto divertente, una commedia degli equivoci piena di brio. 
Zia Antonia lascia parecchio caos dopo la sua morte e sembra quasi goderne, di sicuro una nonna sveglia e auto ironica saprà riderne!

Spesso le nonne si lamentano di far fatica a leggere per via degli occhi, che non sono più quelli di una volta... la Garzanti lo sa e infatti questo romanzo è stato stampato con caratteri belli grandi e un interlinea notevole, leggere sarà solo più un piacere e non una fatica!


Spero di aver colto nel segno con questo consiglio!
Se avete un altro titolo da suggerire (mi raccomando, d'autore italiano) fatevi sotto.
Vi ricordo che se avete qualche richiesta particolare potete lasciarla qua.
Ciao
Fede

lunedì 1 dicembre 2014

Presentazione iniziativa: Natale 2014, regala un libro italiano



Buongiorno lettori! Oggi pensavo, per l'ennesima volta, a quali libri ho letto quest'anno e a quali mi sono piaciuti di più. Ai primi di gennaio arriverà un bilancio del 2014 ma posso già anticipare che non è stato un anno fortunato: ho letto di meno del solito, con più fatica, e molti libri che ero sicura avrei adorato in realtà non mi hanno colpita come speravo. 
Inoltre mi sono resa conto che alcuni dei libri migliori letti negli ultimi mesi sono stati scritti da autori italiani! 
Lo scorso anno ho promosso molto qui sul blog il made in Italy grazie alla sfida annuale "Io leggo italiano", quest'anno non sono più riuscita ad organizzare nulla del genere ma ancora ripenso con affetto ai tanti autori nostrani che ho scoperto ragion per cui ho pensato a questa iniziativa per riportare alla vostra attenzione alcuni titoli e autori meritevoli che forse sono passati inosservati ma dei quali, a mio parere, bisognerebbe parlare sovente e insistentemente!

L'iniziativa è semplice! Ogni giorno prenderò in esame un "tipo" di persona a cui di sicuro qualcuno di voi dovrà o vorrà fare un regalo questo Natale, e per ciascuna proporrò uno o più libri letti da me e che penso potrebbero risultare graditi al destinatario! 
Ovviamente solo libri scritti in italiano da autori italiani!


Spero che l'idea vi piaccia!
Ovviamente io posso consigliare solo libri che ho avuto occasione di leggere ma se voi avrete qualche consiglio da aggiungere, questi saranno ben accetti.
Si accettano anche richieste di consiglio, se vi state arrovellando su cosa regalare ad un destinatario difficile, farò del mio meglio per proporvi qualcosa di adatto.


A domani per il primo consiglio.... chissà chi sarà il primo fortunato destinatario.... ^^
Fede

p.s. grazie al mio fidanzatino Fabio per il bellissimo banner ^^

mercoledì 26 novembre 2014

w...w...w...wednesdays! n.63



Ecco a voi una nuova puntata di w...w...w...wednesdays!!
Questa rubrica ha visto la luce sul blog americano "Should be reading"
Semplicemente è necessario rispondere a tre domande, ovvero:

What are you currently reading? 
What did you recently finish reading? 
What do you think you'll read next?


Cosa stai leggendo?


Sto leggendo Jayber Crow di Wendell Berry. Il libro è molto bello, ma non è di certo uno di quei volumi leggeri le cui pagine scorrono via veloci... I nomi propri sono un mio grosso limite, me li dimentico con una facilità estrema, e qua ce n'è un'infinità. D'altra parte non credo che l'importante sia conoscere personalmente tutti i personaggi che compaiono nel romanzo, bensì calarsi completamente nella vita e nelle consuetudini di questo paesino della periferia americana che è (o era?) Port William. Ho terminato la prima parte del libro, nella quale il protagonista e narratore, il Jayber Crow del titolo, racconta la sua infanzia sfortunata, vissuta per la maggior parte in un orfanotrofio. Questa parte è molto introspettiva dato che Jayber parla del suo rapporto contrastante con la religione e della sua opinione del destino. Mi è piaciuta molto questa prima parte ma sono sempre più curiosa di sapere di più del paese e dei suoi strambi abitanti, ciascuno con le sue peculiarità. Ve ne riparlerò!


Cosa hai finito di leggere?


Questa settimana sono tornata bambina (mi capita di sovente) e ho letto:

- La principessa Sonora e il lungo sonno di Gail Carson Levine, libro che ho amato moltissimo. Forse ricorderete il mio entusiasmo per il libro "Il dono della fata" della stessa autrice (QUI la recensione) e  posso affermare che quest'altro lavoro è certamente all'altezza. Il libro è una rivisitazione della fiaba "La bella addormentata" e questa volta la principessa è una ragazzina molto intelligente ma un po' petulante che ha deciso che sarà lei stessa a scegliere il momento giusto per pungersi con il fuso e dormire 100 anni. La storia si legge in fretta e termina in un soffio ma lascia molta allegria e anche un po' di soddisfazione per la rivincita che si prendono le ragazze secchione, ben rappresentate da questa nuova eroina fuori dal comune! Carinissimo.

- Pomi d'ottone e manici di scopa di Mary Norton, libro immancabile per un'amante dei libri per bambini come me, cresciuta con il film omonimo di Robert Stevenson, interpretato dalla fantasmagorica Angela Lansbury, quella menagramo della "Signora in giallo"! Il libro è molto carino anche se molto diverso dal film, solo la strega protagonista è del tutto uguale a quella che ricordavo, svampita, puntigliosa, un po' sciocca ma dal cuore d'oro. Straordinaria la fantasia di quest'autrice della quale devo assolutamente recuperare la serie degli Sgraffignoli che inizia con "Sotto il pavimento". Chi li ha letti?


Cosa leggerai dopo?


Ho molti titoli tra cui scegliere ma mi attira La matriarca di Stern! Ho letto da poco una recensione che confermava l'ironia di questa saga famigliare. Ho bisogno e voglia di sorridere per cui "La matriarca" sarà! Forse.



E voi? Cosa leggete?
Che ve ne pare delle mie letture?
Fatevi sentire, ciao!
Fede